Le previsioni ieri davano pioggia ed invece stamattina, appena apro la finestra, vedo spuntare un raggio di sole nella stanza.

Prima cosa mi precipito giù a stendere i panni (ormai le lavatrici le programmo la notte in modo da approfittare di tutte le ore possibili del giorno per asciugare i panni. Credo di essere un po’ matta!).

Il programma deciso ieri sera si può quindi attuare. Prepariamo i panini e tutto il necessario per il picnic e ci dirigiamo verso Midleton (a circa 20 km di distanza). Midleton è famosa perché c’è un complesso industriale risalente al XVIII secolo comprensivo di mulini a pietra e magazzini utilizzati per la distilleria di whiskey (Old Midleton Distillery che è stata attiva per 150 anni) che è stato completamente restaurato ed ora è un’attrazione turistica (specialmente perché dopo la visita fanno assaggiare anche del buon whiskey, a chi piace). Di fatto la distilleria è ancora attiva ma ora si chiama Jameson Distillery.

Oggi, come ogni sabato, c’è il Farmer’s Market e siamo curiosi di andarlo a vedere.

Midleton è davvero una bella cittadina, ha un bel corso principale largo con degli ampi marciapiedi, ci sono tanti negozi e palazzine di colori diversi. Parcheggiamo su una strada laterale verso la fine del corso, accanto ad un piccolo parco adiacente ad un fiumicello.

fiori

Ripercorriamo il corso a piedi perché ovviamente il mercato…….è dall’altra parte!

market

Prima tappa, un gelato ai bambini. Glielo avevamo promesso ed oggi è il giorno perfetto.

Qui in Irlanda i mercati non sono comuni come da noi ma, negli ultimi anni, si sono diffusi questi Farmer’s Market dove in genere si trovano banchi espositivi di produttori locali, in genere biologici, e piccoli artigiani.

market 2

Questo di Midleton è abbastanza grande e c’è parecchia gente che gira e compra i diversi prodotti.

C’è chi vende piante, fiori ed erbe aromatiche, chi il pane, chi i dolci, le marmellate, le spezie. Ci sono banchi di frutta e verdura, di carne, di pesce. Poi ci sono i banchi di chi vende cose che possono essere consumate subito: quiches, dolcetti, caffè, thè e cappuccino e c’è anche il banco (con annesso forno a legna portatile!) dove fanno la pizza!

Giriamo qua e là e facciamo i nostri acquisti. Ovviamente dopo un po’ i bimbi si stancano per cui decidiamo di andare alla ricerca di un parco giochi. Bene, ce n’è uno non molto lontano.

È recintato e ci sono tanti giochi divertenti tra cui una specie di ski-lift!

Ok, è perfetto, i bimbi provano quasi tutto, C scorazza in tutta libertà e si avventura anche lui tra scivoli ed altalene.

Sarebbe perfetto mangiare qui ma un cartello all’entrata dice, tra le altre cose, che non è permesso portare cibi e bevande all’interno; pazienza.

Decidiamo allora di tornare verso il mercato dove, tutto attorno, ci sono dei bei prati con alcuni alberelli giovani che fanno un po’ di ombra; proprio quello che ci serve perché oggi fa davvero caldo.

Mangiamo il nostro picnic come tante altre famiglie che hanno deciso di gustare le cose appena comprate al mercato seduti sugli stessi prati.

Come si sta bene.

I bambini, dopo pranzo, si mettono a correre e giocare in libertà e noi ci rilassiamo un po’.

relax

Il piccolo C vaga per i prati e fa esperimenti su come scendere e risalire dal marciapiede, sembra che debba cadere da un momento all’altro. Trova anche un gustosissimo mozzicone di sigaretta da assaggiare che facciamo (quasi) in tempo a togliergli dalla bocca.

passeggiando

Ok, adesso è ora di fare un salto in biblioteca tornando verso la macchina. L’avevamo vista all’andata e, dato che quella di Glanmire è ancora chiusa, vogliamo prendere qualche libro da qui.

biblioteca

È bella, spaziosa e luminosa. Andiamo subito nell’area bambini per scegliere qualche libro da portare a casa. M sceglie tutti libri sui dinosauri (una delle sue passioni), poi ne prendiamo alcuni per fare esercizi di lettura.

Alcuni però li leggiamo direttamente lì (tra cui Mr. Fast e Mr. Slow!) seduti ad uno dei tavolini sulle mini seggioline. R fa amicizia con una bimba di colore (che bel contrasto!) e C gira prendendo libri a caso dagli scaffali.

Leggendo e scherzando abbiamo trascorso quasi due ore in biblioteca.

Adesso è davvero ora di rientrare a casa.

I bimbi sono sfiniti, C si addormenta praticamente appena accendiamo il motore della macchina e gli altri due sono lì lì per seguirlo.

Ovviamente quando arriviamo a casa tutti i bimbi sono in strada che giocano e, miracolosamente, l’energia torna per cui……tutti a giocare…….fino all’ora di cena.

battaglia

Bè speriamo che almeno stanotte facciano tanti sogni d’oro!

Annunci