Sono rientrata prima io in Italia con il piccolo C perché avevo alcune cose di lavoro da fare ed un paio di appuntamenti. Durante questi primi dieci giorni ho anche trascorso due fine settimana al mare con i miei, mia sorella e la sua famiglia. È stato bello osservare i miei nipoti giocare così bene con il piccolo C, portarli al mare e vedere la gioia nei loro occhi durante i bagni fra le onde.

Anche C è stato incredibile, a parte un primo momento di smarrimento quando i piedini hanno toccato la sabbia, per il resto è stato bravissimo e non ha mostrato nessuna esitazione nell’entrare in acqua anzi, mi ha tirato dentro insieme a lui ed ha iniziato a schizzare e a divertirsi ridendo a bocca aperta ed ovviamente……bevendo un po’! Bleah!

Questi giorni trascorsi al mare sono stati molto rilassanti e sono stati anche l’occasione per rivedere alcuni amici, mio cugino e la sua famiglia.

Il rientro a casa invece è stato tutt’altro che rilassante, tra impegni di lavoro e tutto ciò che c’è da fare per svuotare la casa e prepararla per essere affittata.

In tutto questo mi mancano tantissimo i miei bimbi (ma sì, anche il mio maritino!), è la prima volta che sono lontana da loro per così tanto tempo.

Per fortuna il giorno del loro rientro è arrivato relativamente presto, quanti abbracci e quanti baci, quante cose da raccontarci. Che bello essere di nuovo tutti insieme.

I bimbi hanno subito ripreso “possesso” della casa e di tutti i loro giochi.

Abbiamo anche trascorso una serata molto piacevole a casa di amici che è stata l’occasione per noi di rivedere un bel gruppo di amici e per i bimbi di incontrare di nuovo e giocare con i loro amichetti.

Abbiamo ormai meno di due settimane per svuotare la casa e pulirla tutta, aiuto, non ce la faremo mai! Per fortuna i nonni si sono offerti di portare M e R in montagna con loro dove li raggiungeranno fra alcuni giorni anche i cuginetti e gli zii, così almeno loro potranno godersi un po’ di vacanze e noi potremmo “sgobbare” senza dover ogni volta scavalcare i giochi che riescono a spargere ovunque sul pavimento.

Le nostre giornate sono intense e molto stancanti anche considerando che la temperatura dentro casa è sempre sopra i 30°C e si suda tantissimo.

Non consiglio a nessuno di mettersi a fare le pulizie di Pasqua ad agosto, infatti mentre pulisco e sento le gocce di sudore scendere dalla mia fronte rifletto su come alcuni modi di dire nascondano delle assolute verità. Chi ha mai sentito parlare delle pulizie d’estate?

Raggiungiamo al volo i bimbi ed il resto della famiglia in montagna solo per un giorno e mezzo per festeggiare insieme (anche con gli amici che sono lì) il mio compleanno. Stiamo benissimo e ci piacerebbe tanto poter rimanere ma purtroppo i giorni rimasti per finire di preparare la casa sono ormai pochi e le cose da fare sono ancora molte.

Rientriamo a casa e, fortunatamente, riusciamo a fare tutto; i nostri bagagli sono finalmente pronti, la casa è completamente svuotata e pulita e noi……..siamo sfiniti!

P.S. Forse riuscirò ad aggiungere qualche foto a questo post quando mio cognato me ne manderà qualcuna scattata da lui, sicuramente meglio di quelle  (poche) fatte da me!

Annunci