Stamattina abbiamo deciso di andare al Community Garden. Arriviamo per primi ma subito dietro di noi arriva una delle signore e ci apre il cancello.

 Dopo un po’ arriva Chris il giardiniere professionista con la figlia ed un’altra signora.

I bimbi prendono subito gli annaffiatoi, li riempiono dai rubinetti dei serbatoi che raccolgono l’acqua piovana e si mettono ad annaffiare qua e là.

Noi ci mettiamo per di più a togliere erbacce e a chiacchierare. Ci sarà a breve una riunione di tutto il gruppo per organizzare e programmare i lavori nell’immediato futuro (anche in vista di un probabile spostamento). In una precedente riunione si era comunque deciso di assegnare ad ogni persona una specifica coltivazione per cercare di conoscerne al meglio caratteristiche, proprietà, problematiche nella coltivazione etc. e poi di condividere con gli altri queste conoscenze.

È sempre piacevole trascorrere qualche ora insieme alle persone del Community Garden, oltre al fatto che in genere non si torna a casa a mani vuote. Questa volta ci hanno dato dei pomodori da insalata, alcuni pomodori del tipo ciliegino e dei piccoli pomodori gialli che non avevo mai assaggiato (eh sì, per fortuna i pomodori crescono anche qui anche se in genere hanno bisogno di stare in serra).

Complice il bel sole che splende (anche!) oggi e la piacevole compagnia, abbiamo fatto più tardi del previsto. Rientriamo a casa per il nostro pranzo e decidiamo di rinunciare ad andare oggi pomeriggio al Family Fun Day organizzato ad Upper Glanmire; è un po’ un peccato soprattutto perché è una bellissima giornata ed i bimbi si divertirebbero molto ma l’idea di prendere la macchina non ci attira molto.

Ci sentiamo invece ispirati (sicuramente dopo la mattinata) a fare un po’ di lavoro in giardino. Nella parte centrale che F aveva pulito sono rimaste ancora alcune cose da eliminare ed in più stanno crescendo erbacce a vista d’occhio che decidiamo di sradicare subito.

I bimbi ci danno una mano e, con le loro manine, iniziano a strappare via un po’ di infestanti. C si arrampica pericolosamente sulle scale e ci guarda incuriosito.

Ci sarebbe ancora taaaanto da fare ma per oggi va bene così.

Tra l’altro, da quando abbiamo comprato la piccola “mangiatoia” per gli uccellini che abbiamo riempito di semini (che di tanto in tanto spargiamo anche direttamente al suolo) ci sono ancora più uccellini che vengono a far visita al nostro giardino. È così bello guardarli svolazzare qua e là e, ogni tanto litigare per accaparrarsi il semino più gustoso. Ancora più buffo è vedere come, evidentemente, anche tra gli uccelli ci siano in qualche modo degli orari per i pasti. Alcune volte infatti se ne vede solo qualcuno qua e là che viene a beccare e poi se ne va e poi, improvvisamente, ne vengono molti tutti insieme; ne siamo riusciti a contare fino a venti contemporaneamente!

Una giornata all’insegna del giardinaggio e, per finire, come al solito, i bimbi escono in strada per una bella pedalata con i loro amici. Questa volta però c’è anche qualcosa di diverso. La nostra vicina danese ha rigonfiato il “castello” nel suo giardino per cui, via le scarpe e tutti a saltare. A turni però, siete troppi!

P.S. Questo qui sotto è come si presenta il nostro giardino dopo averlo definitivamente pulito (per non dire disboscato) dopo qualche giorno anche con l’aiuto dei padroni di casa (con i bimbi che subito ne hanno approfittato per giocare ai pirati).

Annunci