Stamattina siamo andati, come ogni settimana, al Community Garden; abbiamo deciso questa volta di andare a piedi (noi), in bici (i bimbi) e nel passeggino (C).

Avevo già preparato i bimbi di non aspettarsi nulla nei vasetti dove la scorsa settimana avevano piantato i semini di insalata e rughetta ed invece, con loro ma anche mio enorme stupore, troviamo nei vasetti tante piccolissime foglioline che spuntano dalla terra. Che felicità!

Loro comunque non se lo fanno ripetere due volte, si infilano gli stivali di gomma ed iniziano ad annaffiare, per di più stamattina bisogna trapiantare delle piante di verza per cui bisogna prima preparare ben bene il terreno con un bel po’ di acqua, evviva!

Anche al piccolo C mettiamo gli stivaletti nuovi nuovi (che ci ha dato Francesca in Italia) per evitare che faccia come al solito un disastro ma, dopo un po’, essendo ancora un po’ grandini, se li vuole togliere, pazienza, tanto poi la mamma laverà tutto…….come al solito!

Con F mi dedico invece alla preparazione di uno spazio dove trapiantare alcune piante di lamponi.

Anche oggi torniamo a casa soddisfatti del lavoro fatto e con un “bottino vegetale” fatto di pomodorini ciliegini (che ci mangiamo subito a pranzo appena arrivati a casa), porro, spinaci e due belle carote con tutto il ciuffo che i bimbi hanno tirato fuori dal terreno (con un po’ di aiuto da parte nostra perché erano ben piantate a terra!!!). Decidiamo di preparare subito una bella minestra per la cena di stasera con tutte queste freschissime verdure dell’orto, aggiungiamo solo alcune patate “estranee”, mmmhhhh che profumino.

Dopo pranzo decidiamo di andare finalmente a Cork. Da quando siamo venuti qui a giugno ancora non siamo mai andati a fare una passeggiata in centro.

Un po’ perché è domenica, un po’ perché abbiamo scelto proprio il giorno della finale del campionato nazionale di hurling, la città è semi deserta e molti dei negozi sono chiusi (ma non lo Sweets shop!).

Non ci interessa più di tanto, anzi si passeggia benissimo. Vorremmo approfittare per acquistare alcune cose che ci servono in casa ma va a finire che ci ritroviamo invece in un negozio di giocattoli dove i bimbi sono come in paradiso; ammirano, esclamano, iniziano a fantasticare ed alla fine usciamo con alcune cose per loro (che a dir la verità hanno pagato con i soldini della loro paghetta).

Nel frattempo C si è addormentato ed inizia ad essere ora di rientrare. Ci fermiamo a fare un po’ di spesa e ci dirigiamo verso casa, passando però prima alla stazione dove io ritiro il biglietto del treno Cork-Dublino che ho prenotato on-line per quando rientrerò in Italia alla fine di settembre.

Annunci