I primi giorni qui sono serviti a me per riadattarmi a questa casa oltre che ai miei impegni familiari. Anche i nonni sono entrati appieno nella nostra routine. Il primo fine settimana lo abbiamo trascorso con passeggiate qui attorno per far conoscere loro la zona immediatamente vicina a noi.

Siamo usciti muniti di cestini con l’idea di cercare le ultime more della stagione ma, effettivamente la stagione delle more è ormai conclusa per cui, a parte qualche manciata di questi frutti ancora succulenti (che F ha utilizzato per fare degli squisiti scones alle more), ci siamo dati…….all’ortica! Visto che ce n’è in abbondanza (e l’abbiamo sperimentata anche sulla nostra pelle!) perché non raccoglierne un po’ e sperimentare ad utilizzarla? Per fortuna abbiamo portato dei guanti e quindi l’operazione risulta indolore……..quasi, perché in realtà questa erba tremenda riesce a trapassare anche il tessuto del guanto e…….si fa sentire! In ogni caso la raccolta è più che soddisfacente e ne ricaviamo un buonissimo risotto ed una gustosa frittata.

Ci sono poi gli allenamenti di hurling di M a cui andiamo tutti in carovana per far assistere anche i nonni. La giornata è bella e si sta benissimo all’aperto. Nonna si entusiasma e vuole provare anche lei l’ebrezza di tirare la palla con la mazza. Che stile!

Domenica poi facciamo sperimentare ai nonni il Community Garden e loro, ormai presi dalla voglia di raccogliere, riconoscono in mezzo all’erba del giardino la cicoria e ne riempiono una cassetta; benissimo altra cena rimediata! Una parte viene ripassata in padella ed una parte viene condita ed utilizzata per una torta rustica. Che dire, c’è molta più soddisfazione a portare in tavola e mangiare cose che sai di aver raccolto tu stesso, freschissime e davvero a chilometro zero. Tra l’altro al Garden abbiamo dovuto togliere anche tutte le piante di pomodoro che c’erano nella serra ed abbiamo raccolto molti pomodori, alcuni anche belli grandi, ma ancora verdi perché non giunti a completa maturazione. Nessuno sa cosa farne poi a mia mamma viene l’idea di farci la marmellata, una volta l’ha assaggiata e ha detto che è simile alla marmellata di fichi. Benissimo allora il compito è nostro, preparare la marmellata e la settimana prossima portare una crostata, portarne anche un vasetto per spalmarla sugli scones che porterà Clare ed ovviamente portare tè per tutti. Affare fatto!

La settimana poi trascorre in maniera abbastanza casalinga tra la scuola dei bimbi ed i loro impegni extra scolastici vari, un po’ di “vita di strada”, come ormai io chiamo i pomeriggi passati qui fuori casa con i bimbi a giocare con gli amichetti e noi a chiacchierare con i vicini; un po’ di relax la sera dopo che i pargoli sono a letto.

Di fatto, grazie alla presenza dei nonni, io e F riusciamo anche ad andare a badminton insieme (e due volte a settimana!); ci sembra quasi di essere tornati indietro di anni quando, ancora prima di sposarci, uscivamo insieme la sera per qualche passeggiata romantica…….bei tempi.

I nonni si stanno godendo appieno i loro tre nipotini ed i bimbi sono felici di avere i nonni con noi. Il piccolo C non dice altro che “mamma, mamma, nonno, nonno” e può continuare così per ore.

I giorni passano e consigliamo ai nonni di prendere la nostra macchina ed andare a vedere qualche posto qui vicino dato che per noi è difficile muoverci durante la settimana visto che i bimbi vanno a scuola. Qualche posto si può vedere in giornata, per altri è meglio stare fuori un po’ di più studiando un itinerario più lungo e così riescono a vedere un bel po’ di posti: Midleton, Kinsale, Cashel, Kilkenny.

Ogni volta che rientrano sono entusiasti dei posti visitati e siamo contenti anche noi che la loro vacanza stia andando bene e che abbiano una buona impressione di questa isola. Speriamo così che tornino a trovarci presto!

Annunci