È finalmente arrivato il giorno della festa di R che i bambini aspettano da tutta la settimana. Sono euforici e non vedono l’ora di andare ad addobbare la stanza.

Mi sarebbe piaciuto in effetti organizzare la festa a casa ma, visto che abbiamo deciso di invitare, oltre ovviamente ai bambini della nostra via, anche tutti i bambini della sua classe (che sono 28!) e visto che non ci saremmo entrati, abbiamo affittato una stanza nella Club House della società di hurling dove M fa gli allenamenti.

Abbiamo preparato dei biglietti di invito che abbiamo distribuito a tutti e, piano piano, abbiamo iniziato ad annotare i nomi dei bambini che confermavano la loro presenza.

All’inizio abbiamo ricevuto poche adesioni ed eravamo quasi preoccupati che sarebbero venuti pochi bambini ma, man mano che il giorno della festa si avvicinava, ricevevo sempre più messaggi ed alla fine ho quasi sperato che il mio telefono smettesse di suonare. Alla fine, ad ogni avviso di un nuovo messaggio, scoppiavo a ridere con mio marito all’idea che non ce l’avremmo fatta ad uscire vivi da questa festa. Per fortuna l’ultimo messaggio è arrivato ieri ed oggi il telefono tace.

Nei giorni scorsi abbiamo anche pensato e preparato alcuni giochi da far fare ai bambini durante la festa per intrattenerli ed abbiamo anche provato dei balli sulle musiche di un cd veramente carino e molto “festiccevole” che ci ha prestato una nostra vicina.

I bimbi si allenano a casa per il gioco "fishy-fishy"

I bimbi si allenano a casa per il gioco “fishy-fishy”

Dal punto di vista invece organizzativo-culinario, di fatto sono già due giorni che cucino, preparo, sforno. Come al solito mi piace preparare tutto in casa e, anche se è un lavoraccio, in realtà, lo faccio volentieri.

Per cui vai con quiche, tramezzini, crostate, muffin di vari gusti, pizzette, crostata di crema e frutta fresca, dolce alla cannella ed uvetta e non ricordo nemmeno più cos’altro.

IMGP7093

IMGP7094

Questa volta mi sono dovuta imbarcare anche nella preparazione della torta di compleanno che in genere ho sempre delegato a mia sorella, bravissima pasticcera!

Ho un po’ di ansia soprattutto perché il forno che abbiamo qui è un mezzo disastro, in ogni caso, seguendo le istruzioni, quasi in diretta, di mia sorella, riesco a sfornare una bella (e soprattutto grande!) torta al cioccolato, ben lievitata, ben cotta e, almeno all’apparenza, buona.

La farcisco con panna montata e pezzetti di cioccolata e, come decorazione, per non farla troppo difficile, preparo una glassa sempre al cioccolato (d’altronde se bisogna farsi del male con le calorie……facciamolo bene questo male!) mentre mio marito (perché bisogna riconoscere i meriti di ciascuno) studia la decorazione utilizzando tanti Smarties colorati. Il risultato ci sembra d’effetto, considerando soprattutto che è la mia…..prima volta!

IMGP7092Incredibilmente riesco a stare nei tempi che mi ero prefissata per cui abbiamo un bell’anticipo per andare a preparare la sala della festa e a portarvi tutte le cibarie.

I bimbi iniziano a correre su e giù mentre decoriamo la sala e sistemiamo i tavoli con il cibo e le sedie per i genitori che rimarranno lungo le pareti della sala. IMGP7099

Poi, puntualissimi, iniziano ad arrivare i primi bambini. Con il loro arrivo faccio una scoperta e cioè che qui, in genere, i genitori portano i bambini alle feste e li lasciano lì tornandoli a riprendere alla fine della festa. Ma come, noi avevamo pensato di invitare tutta la classe anche per poterci conoscere tra genitori e loro non rimangono? Fortunatamente qualcuno di loro rimane ma, di fatto, noi siamo talmente occupati ad intrattenere i bambini (ne sono venuti più di trenta!) tra giochi e balli che, di fatto, riusciamo a scambiare con i genitori solo poche parole. Pazienza, almeno ora ci siamo visti, ci riconosceremo a scuola ed avremo meglio la possibilità di chiacchierare un po’.

I bimbi si scatenano e si divertono tanto.

IMGP7125

Facciamo far loro alcuni dei giochi che abbiamo preparato.

IMGP7122

Ma vogliamo anche divertirci noi così li coinvolgiamo in alcuni balli.

IMGP7106Speravamo di coinvolgere anche i genitori dei bambini in questi balli ma, di fatto, ci seguono solo i nostri (fedelissimi!) vicini di casa.

Il nostro vicino James è davvero bravo!

Il nostro vicino James è davvero bravo!

R è molto felice anche se, ad un certo punto, sembra stanco e disorientato da tutta questa attenzione nei suoi confronti tanto che, verso la fine della festa non ha più voglia di partecipare ai giochi ma si mette da una parte, insieme al fratello grande e ad un paio di amici, a giocare con alcuni giocattoli che avevamo portato per intrattenere i bimbi più piccoli (visto che alcuni compagni di classe sono venuti anche con i fratellini).

Arriva però il momento della torta, F sposta uno dei tavoli in mezzo alla stanza, chiama tutti i bambini e li fa sistemare tutto intorno. R a questo punto è di nuovo felice e sorridente e, con un bel fiato, spegne le sue cinque candeline circondato da tutti i suoi amici.

Ora come cavolo la taglio questa torta?

Ora come cavolo la taglio questa torta?

I bimbi sono attratti dalla decorazione della torta ed iniziano ad allungare le mani per accaparrarsi qualche Smarties.

IMGP7140

Con un po’ di fatica li facciamo mettere in fila dietro di me mentre io preparo le porzioni.

IMGP7143

Incredibilmente riesco a dare qualche fetta anche ad alcuni dei genitori che sono presenti. Altra scoperta della festa infatti è che, anche se i genitori rimangono, di fatto non mangiano! Morale della favola ci siamo riportati a casa una marea di cose.

Continuiamo la festa con qualche gioco tranquillo per riportare un po’ di ordine dopo tanto cioccolato. Riusciamo a far sedere i bambini in circolo e devo dire che partecipano volentieri.

Iniziano ad arrivare i genitori per riprendere i bimbi; un ultimo ballo tutti insieme e dichiariamo la festa finita. IMGP7108

La sala piano piano si svuota e torna nuovamente nel silenzio, a parte un po’ di sottofondo dei nostri bimbi che continuano a giocare, correre e saltare. Noi ci mettiamo in moto per sistemare tutto, tavoli, sedie, tutte le cose avanzate (credo proprio che domani inaugurerò un “cake sharing” con tutte le mie vicine di casa, noi non possiamo farcela a mangiare tutto ciò che è avanzato), tutti i regali ricevuti, i contenitori, il registratore. Prendiamo in mano le scope e ripuliamo la stanza per riconsegnarla in ordine.

Di fatto torniamo a casa quasi due ore dopo dalla fine della festa. I bimbi sono stremati ed eccitati contemporaneamente, vorrebbero mettersi a giocare con tutti i doni ricevuti ma è già ora di andare a letto, domani si va a scuola.

Con un po’ di riluttanza obbediscono e, non appena toccano il cuscino, crollano in un sonno profondo.

Buonanotte amori miei, è stata proprio una bellissima giornata.

Aggiunta al post: ora tutti i bigliettini di auguri ricevuti sono in bella mostra nella loro stanza.

IMGP7163

Annunci