Finisco di preparare le ultime cose (soprattutto le cibarie per quest’altro lungo viaggio) e poi i miei ci accompagnano all’aeroporto. Dopo un (quasi) contrattempo al check-in passiamo i controlli di sicurezza e ci avviamo al gate.

C vorrebbe che comprassi questa a Pops

“Mamma, la compriamo questa per Pops?”

Sto per chiamare la nostra amica Pina che mi aveva detto che oggi sarebbe stata alle partenze quando di fatto la vedo al desk dei transiti.

Ovviamente il piccolo C non si fa ripetere due volte di passare dalla sua parte e mettersi a giocare con il telefono, schiacciare tutti i tasti e divertirsi con tutti i pulsanti a disposizione.

DSCN2185

Pina starà al nostro imbarco e così ci avviamo insieme e, tra una chiacchiera e l’altra, il tempo di attesa trascorre piacevolmente (oltre al fatto che posso andare al bagno senza dovermi portare dietro bagagli, figlio e passeggino!!!).

DSCN2187

Ci ha davvero coccolati, ci ha fatto salire sul pullman per primi, ci ha riservato il posto vicino al mio (anche se a C ancora non spetta), insomma, Pina vorrei poterti incontrare ogni volta che devo partire!!

Vicino a noi è seduto un medico militare con il quale inizio a fare conversazione. Anche sua moglie è irlandese e hanno due figlie. Vivono a Dublino e lui fa su e giù per il suo lavoro. Chiacchierando chiacchierando consiglia anche a noi di organizzarci in modo tale da fare su e giù. Bhè, di fatto è quello che sto facendo ma sinceramente non so quanto potrei resistere, soprattutto se devo sempre portarmi dietro la mia piccola polpetta!

Parlando della quale, questa volta, subito dopo il decollo, mi crolla tra le braccia e dorme per almeno un’oretta facendo riposare anche me ed il nostro vicino medico (che a dir la verità si addormenta pesantemente per quasi tutto il viaggio!).

Al risveglio, abbondantemente passata l’ora di pranzo, ci mettiamo a mangiare un po’ e poi, come al solito, C inizia le sue passeggiate su e giù nel corridoio e fa amicizia con un po’ di passeggeri. Questa volta però vorrebbe andare proprio in cabina di pilotaggio (dato che non riuscivo inizialmente a capire cosa volesse mi trascina proprio davanti alla porta tenendomi per mano) e, dopo averlo persuaso che lì proprio non si può entrare, inizia a giocare con la tenda delle hostess facendo capolino dentro e fuori tutto sorridente e con il suo sguardo furbetto.

Atterriamo tranquillamente e mi avvio verso la fermata del pullman. Per essere sicura avevo prenotato il mio pullman alle 16,30 ma, non essendoci stati ritardi o contrattempi di alcun tipo, vado a chiedere all’addetto che si trova alla fermata se posso prendere il pullman delle 15,30. Non ci sono problemi. Aspettiamo un po’ e quando il bus arriva prendiamo posto. Ci sono un paio di fermate (la prima al Terminal 1 e la seconda al centro di Dublino) prima di iniziare a viaggiare speditamente. Attraversiamo il centro di Dublino godendo di un po’ di panorami sulla città.

DSCN2191

DSCN2194

DSCN2192

DSCN2195

anche qui si protesta contro le politiche di austerità

Peccato che, essendo venerdì, incappiamo nel traffico del fine settimana e ci mettiamo un po’ per uscire dalla città.

C si comporta devo dire egregiamente, con lo sguardo incollato al finestrino.

DSCN2188

Un incidente ad un certo punto ritarda ulteriormente la nostra corsa ed il piccolino inizia a non farcela più, si vuole muovere. Sembra che gli piaccia stare davanti così ci sediamo sullo scalino vicino all’autista da dove può vedere perfettamente fuori. Ovviamente non potremo essere lì ma l’autista ci dà il permesso.

Niente, inizia davvero ad essere stanco e vorrebbe scendere, cerco di distrarlo ma non è esattamente facile. Chiedo comunque all’autista, nonostante il ritardo che abbiamo, se è possibile farci scendere alla rotonda di Glanmire senza arrivare al centro di Cork per poi dover tornare indietro e lui, secondo me sfinito da questo bimbo insofferente, dice di sì.

Chiamo F che infatti ci aspetta lì insieme ai bimbi. Mettiamo bagagli, passeggino e figlio al volissimo in macchina e ci incamminiamo verso casa dove, una volta arrivati, possiamo finalmente abbracciarci tutti.

I bimbi vanno a letto quasi subito, F finisce di preparare le cose per il suo viaggio, ci mettiamo a letto per qualche ora finché la sveglia suona ed arriva il taxi a prenderlo alle 4,00 per il suo viaggio a Roma.

Ciao pops, certo che con la staffetta non ci batte nessuno!!!

Annunci