Ci svegliamo ed è una bella giornata di sole, per fortuna, visto che le previsioni non erano molto buone. Ok, allora si va in città per vedere la parata!

La parata è prevista per le 13,00 ma ci muoviamo in anticipo a metà mattinata per poter riuscire a trovare parcheggio e per goderci un po’ la città, visto che ci hanno detto che in genere ci sono un po’ di bancarelle e varie attività.

Riusciamo a parcheggiare al centro, dall’altra parte del fiume rispetto a dove la parata finirà.

Iniziamo a passeggiare e a respirare questa atmosfera un po’ surreale.

Molte persone sono vestite di verde o comunque un po’ “mascherate” con cappelloni, finte barbe, parrucche, poi ci sono bandiere ed altri accessori che richiamano i colori dell’Irlanda. La maggior parte dei negozi (chiusi) ha decorazioni nelle vetrine e ci sono effettivamente, un bel po’ di bancarelle, di dolciumi, di cose mangiare, di chincaglierie varie. C’è anche un piccolo “chiosco” dove servono il tè gratis. Bè, che dire, ne approfittiamo anche noi per scaldarci un po’ visto che, nonostante il sole, fa freschino.

Passeggiamo ancora un po’ e compriamo ai bimbi delle bandiere tricolori che bramavano di avere.

Poi ci mettiamo alla ricerca di un posto strategico da dove gustarsi la parata e, una volta trovato, ci dividiamo. Io ed il piccolo C rimaniamo a difesa del nostro posto mentre Pops e gli altri due vanno a comprare delle cibarie. Pizza per i bimbi (c’è lo stesso pizzaiolo che abbiamo visto al Farmer’s Market di Midleton!!) e kebab per noi.

Aspettiamo ancora un po’ e finalmente inizia la parata (ed il tempo, con il cielo che si è coperto, regge!).

All’inizio ci sono dei saltimbanchi che annunciano l’inizio dello spettacolo.

Questa qui sotto è Francesca, una ragazza italiana che vive a Cork da 18 anni e di cui ho letto l’intervista sul giornale The Cork News proprio venerdì scorso!).

IMGP8274

La parata inizia con il saluto del Governatore di S. Francisco (con cui Cork è gemellata), che è in visita qui in questi giorni, e del Major di Cork.

IMGP8302

Segue poi, appunto, una parata di militari……di vari generi.

Poi ci sono tutta una serie di associazioni, sportive, culturali, ambientaliste etc.

Ci sono anche gli scout di Cork che mostrano fieri i loro motti.

Arrivano poi le creazione della Cork Community Art Link che, per la parata, hanno scelto il tema dell’acqua visto che il 2013 è l’anno della Cooperazione dell’acqua all’UNESCO ed in Cina è anche l’anno del serpente d’acqua.

Ci sono anche i portatori di bambini in fascia!!! Saranno felici le mie amiche de La Goccia Magica!

Ci sono anche tutte le associazioni dei vari gruppi di stranieri che vivono qui (accidenti quanti sono!).

È rappresentata anche la comunità celtica.

E ci sono anche gli italiani!!!!

IMGP8495

Finalmente arriva anche S. Patrizio che scaccia i serpenti.

Un altro pò di bande, mezzi e figuranti in costume.

Dopo circa un’ora la carrellata di persone, personaggi e mezzi finisce.

Ci incamminiamo verso la macchina.

IMGP8546

I bimbi si sono un po’ stancati a stare fermi (!), non ha senso rimanere più a lungo, fa un po’ freddo e, a parte pub e ristoranti, i negozi sono chiusi e non c’è molto altro da vedere a parte, ovviamente lo spettacolo umano e di colori e respirare comunque nell’aria quest’aria di festa e di spensieratezza.

Qui anche gli autobus sono gentili e si scusano per essere fuori servizio

Qui anche gli autobus sono gentili e si scusano per essere fuori servizio

Questa è stata la mia (e dei bimbi) prima parata di S. Patrizio. Diversa da quella cui abbiamo assistito ogni anno da quando abitiamo a Marino per la sagra dell’uva ma allo stesso modo piacevole.

Ormai possiamo anche noi dire: io c’ero!

IMGP8550

Annunci