Quando ho iniziato questo corso “Textile” in biblioteca non sapevo cosa aspettarmi e, dopo la prima lezione, non mi sembrava granché ma ho deciso comunque di seguirlo anche perché mi piaceva l’idea di imparare comunque qualcosa di nuovo ed anche di conoscere delle nuove persone.

Oggi è l’ultima lezione; mi sono dovuta portare i bimbi visto che sono già in vacanza ma, per fortuna, si sono messi a leggere e sono stati tranquilli per conto loro.

DSCN2475Insieme alle altre allieve abbiamo pensato di fare un piccolo regalo floreale a Catherine, l’insegnante, in segno di ringraziamento.

le mie compagne di corso non sono tutte nonnette dai capelli bianchi!

le mie compagne di corso non sono tutte nonnette dai capelli bianchi, come dice il mio simpatico marito!

Bè, dopo sei settimane devo dire che l’esperienza non è stata per niente male ed anzi è stata divertente. Divertente e stimolante vedere cosa si può fare con ago filo e tanta fantasia.

Personalmente, poi, mi era venuto in mente di provare a fare un segnalibro con diversi colori che ricordassero un arcobaleno ed alla fine di ogni lezione mi sono sempre fatta dare da Catherine il materiale di base (una specie di foglio di plastica con tutti i buchini dove si fa passare il filo) per sperimentare a casa l’idea che avevo in testa.

Mi sono anche inventata dei “punti” e provando e riprovando alla fine sono riuscita a far nascere un arcobaleno di colori.

il segnalibro più a destra è quello fatto durante la prima lezione

il segnalibro più a destra è quello fatto durante la prima lezione

È stato buffo perché M un giorno mi ha detto: “Mamma, ma quanti segnalibri fai? Ma quanto dobbiamo leggere?”. Tanto, tanto figlio mio.

Per fortuna a noi piace davvero leggere quindi sono sicura che faremo buon uso di tutti questi segnalibri.

Un’altra cosa che ci ha fatto fare Catherine è stata un porta occhiali ma, dato che io gli occhiali non li porto (almeno per ora!), lo userò come porta uncinetti. Proprio per questo ho rivestito l’interno con del feltro in modo che gli uncinetti non possano tirare tutti i fili.

Insomma, non so se continuerò a produrre altre cose ma sono soddisfatta del lavoro fatto e degli oggettini che ho creato con le mie mani.

Tra l’altro, con tutte le mie sperimentazioni a casa, sono stata l’allieva più prolifica del corso!

Annunci