Oggi si rientra a casa. Decidiamo di fare un’altra strada rispetto al viaggio di andata e di fermarci a vedere il paese di Skibereen.

Facciamo una passeggiata lungo il corso principale e ci facciamo conquistare da due bellissime librerie di libri usati (e non) e rari dove, mentre diamo un’occhiata ai vari titoli, una bellissima musica jazz invade i locali.

IMGP8851IMGP8842Ovviamente, per par condicio, dobbiamo fare una visita anche al negozio di giocattoli.

IMGP8847Notiamo anche un curiosissimo e forse unico “Church restaurant”, un ristorante ricavato da una chiesa sconsacrata.

IMGP8850Il locale è molto ben fatto e davvero di classe.

IMGP8853Noi però non possiamo fermarci per pranzo (peccato!) perché prima di partire abbiamo invitato (quasi) tutti i bambini della nostra via per un pigiama party a casa nostra stasera.

Appena arriviamo a casa, infatti, mi metto subito in cucina, preparo un pranzo veloce e, nel frattempo, preparo un po’ di muffins per la merenda di stasera. F intanto accompagna Nana a Cork a prendere il pullman per rientrare a Dublino e, quando torna, rimane fuori in strada con tutti i bimbi a giocare.

Nel frattempo, tra un’informata e l’altra, metto via i bagagli, sistemo un po’ e preparo i letti anche se non sappiamo quanti bimbi si fermeranno effettivamente a dormire.

Verso le 18,30 rientrano tutti a casa, si “impigiamano” ed iniziano a giocare.

IMGP8866Appena finisco di preparare la cioccolata calda (gnam, erano anni che non la facevo. Dovrò rimettermi in pari perché è buonissima!) li chiamo tutti per la “merenda notturna”.

IMGP8868Poi ancora un paio di giochi e, per finire,  un cartone di Wallace and Grommit prima della nanna.

Alla fine sono rimasti tutti: i nostri tre, Ella (4 anni), Luke (6 anni), Eoin (3 anni e mezzo) e Marco (6 anni). Dopo essersi lavati i denti ed aver fatto la pipì (tutti insieme!) è arrivata finalmente l’ora di andare a letto anche perché sono quasi le 21,30.

Non è proprio elementare mettere a letto, nella stessa stanza, sette bambini anche vista la loro eccitazione per questa esperienza tutta nuova.

IMGP8878

F decide di leggere una storia per calmare un po’ gli animi e, piano piano, ad uno ad uno crollano nelle braccia di Morfeo.

Il piccolo C, che si era intrufolato nel letto dei “piccoli”, viene portato nella sua stanza per lasciare agli altri un po’ più di spazio.

E la casa, finalmente, è di nuovo silenziosa.

Annunci