Oggi ho deciso di portare a termine concretamente tutto il ciclo della nostra, seppur minima, autoproduzione e di realizzare quindi un pranzo a chilometro zero.

Mi reco nel nostro piccolo orticello (percorro sì e no 4 metri!!!) e raccolgo un bel mazzetto di bietolina fresca (piuttosto, prima che se la mangino le lumache!) per preparare, per la gioia dei bambini, la mia “Dinosaur pasta”!.

IMGP9369

Eccheè, direte voi. Effettivamente la ricetta non credo la si trovi nell’Artusi perché me la sono inventata sempre nel tentativo (questa volta ben riuscito) di trovare modi indolori per far mangiare le verdure, anche quelle propriamente verdi, ai miei bambini.

Devo dire che i miei adorano la pasta in tutte le sue forme e composizioni per cui, un giorno di qualche anno fa, mi sono detta “Perché non metterci un po’ di verdura verde?”.

L’esperimento di fatto iniziò con degli spinaci, sbollentati, frullati e, per creare una consistenza ancora più cremosa, amalgamati con della ricotta; una bella spolverata di parmigiano ed un po’ di olio a crudo (per noi anche una spolveratina di pepe appena macinato).

IMGP9372La presentazione poi come “Dinosaur pasta” devo dire che ha fatto la differenza ed ora sono loro che mi dicono “Mamma, ci prepari la dinosaur pasta?”.

Questa volta la preparo con le nostre bietoline, certo non ce ne sono tante per cui la pasta viene, come dire, un po’ sbiadita, però il sapore è davvero buono e…….finisce subito!

IMGP9373

Annunci