Ad inizio anno ho letto su un blog un articolo molto interessante sul pane che non si deve impastare (no-knead bread anche detto Artesan bread).

Avevo già letto delle cose in passato ma il modo di descriverne la preparazione e le foto accattivanti di questo blog mi avevano fatto venire davvero la voglia di provarci, nonostante io sia una fanatica della pasta madre (ce l’ho ormai da circa due anni e mezzo e davvero ormai il pane è uscito dalla mia lista della spesa). L’unico problema era la mancanza di una casseruola con coperchio che potesse andare in forno.

Visto che però quando siamo rientrati dall’Italia ci siamo portati dietro tre valigioni pieni di cose prese dalla nostra casa e visto che io, tra le cose di cucina che abbiamo deciso di portarci, ho infilato appositamente in valigia anche una (piuttosto pesante!) casseruola in terracotta, ho deciso che ormai non avevo più scuse e ci ho provato.

La ricetta originale dice di mescolare insieme:

400 g di farina forte – 300 ml di acqua tiepida – mezzo cucchiaino di lievito istantaneo – un cucchiaino di sale

Ovviamente io ho maggiorato le dosi per avere un pane più consono alle esigenze della famiglia visto che qui il pane……..va via come il pane!!

Si mescola il tutto, si lascia lievitare per tutta la notte (o comunque almeno 12-18 ore), poi si rovescia il miscuglio (che è moooooolto appiccicoso) su una superficie infarinata (meglio su carta da forno infarinata così il travaso poi risulterà più facile) e, senza impastarlo, gli si da la forma desiderata (diciamo che bisogna solo metterlo un po’ in forma aiutandosi spolverandoci sopra della farina per evitare di appiccicarsi tutte le mani). Si lascia riposare coperto per 30 minuti durante i quali nel frattempo si riscalda il forno ad alta temperatura (intorno ai 230°C) mettendoci dentro anche la casseruola di cottura con tutto il coperchio.

Trascorsi i 30 minuti si rovescia il pane nella casseruola (io di fatto l’ho sollevato con tutta la carta da forno e l’ho adagiato nella casseruola), si cuoce per 30 minuti coperto e poi per 15 minuti senza il coperchio.

Ecco il mio risultato.

IMGP5556Devo dire che la prossima volta quando toglierò il coperchio abbasserò anche la temperatura del forno perché per i miei gusti la crosta è venuta un po’ troppo colorita però……..buonissimo!!!!

IMGP5562Penso che domani proverò ad utilizzare lo stesso procedimento di cottura però preparando l’impasto con la pasta madre…….chissà cosa verrà fuori.

Aggiunta al post: detto fatto! Ho preparato l’impasto con la pasta madre ma usando le stesse proporzioni di acqua e farina della ricetta originale. L’impasto è risultato molto più appiccicoso del solito ma il pane è venuto buonissimo……..sono felice!!IMGP5566

IMGP5618Proverò a fare sicuramente un’altra prova con il mio “solito” impasto (più consistente e più lavorato) e vi farò sapere.

Aggiunta al post 2: questo è il risultato con il mio solito impasto.

IMGP5625Sempre molto alveolato e buono.

IMGP5629Devo dire che non c’è praticamente differenza quindi effettivamente conviene utilizzare le proporzioni della ricetta, mescolare bene e risparmiare tempo e fatica per fare l’impasto.

Continuerò a sperimentare.

Annunci