Sabato 26

Ieri pomeriggio è arrivata in Irlanda Irene (evviva!) con il marito Marcello ed i loro due bimbi. Purtroppo il loro volo ha avuto un ritardo di due ore quindi hanno dovuto cambiare un po’ i programmi e si sono fermati a dormire a metà strada ma arriveranno qui in tarda mattinata.

I bimbi hanno gli allenamenti di hurling ma quelli di R vengono cancellati all’ultimo momento visto che si è messo a piovere piuttosto forte.

Durante il resto della mattinata il tempo è molto variabile.

Finalmente arrivano, che felicità! I bimbi interagiscono subito bene anche se in effetti si sono frequentati poco in passato.

Dopo pranzo, visto che la giornata sembra migliorare decidiamo di andare a fare una passeggiata a Cork. Ovviamente devo portare Irene da “Vibes & Scribes”, un negozio di “craft” molto famoso qui dove ti compreresti di tutto ed anche di più……se solo si avesse il tempo per dedicarsi bene a questi hobbies.

IMGP6524Purtroppo però diamo solo un’occhiata veloce visto che tutti i nostri uomini (e sono sette!!) ci stanno aspettando pazientemente fuori.

Facciamo un breve giro al centro e dividiamo il gruppo in due, Pops con i nostri due grandi si dirige verso il negozio di giocattoli dove i nostri bimbi, con i loro soldi, vogliono comprarsi due set di pistole e fucili (le prime armi in assoluto che entrano in casa nostra!) visto che ultimamente in strada giocano spesso a “spie” con i loro amichetti e non vogliono sempre chiedere in prestito gli armamenti.

Ricomincia un po’ a piovere ed allora ci rifugiamo per un po’ dentro un negozio multipiano dove i bimbi si divertono a fare su e giù con i tapis roulant.

Il gruppo si riunisce e, finita la pioggia, torniamo all’aperto. Pops deve raggiungere i suoi colleghi per una cena di lavoro e noi continuiamo un po’ a vagare per le strade del centro dove incontriamo un po’ di tutto, una carrozza trainata da cavalli bianchi, musica di strada e, perché no, ci fermiamo anche un attimo per una piccola merenda al volo per i bimbi che iniziano a reclamare del cibo.

Rientriamo a casa, prepariamo la cena, sfamiamo i bimbi e poi…..tutti a ninna, noi qui mentre Irene con la famiglia dormiranno nel B&B qui vicino.

Marcello ci mostra le sue doti da cameriere provetto dopo anni di esperienza

Marcello ci mostra le sue doti da cameriere provetto

Domenica 27

Oggi la giornata è buona, non dovrebbe piovere almeno fino al pomeriggio quindi prepariamo un bel picnic e ci dirigiamo tutti verso il Fota Wildlife Park.

I bimbi di Irene sono molto eccitati e, appena entrati, alla vista degli animali così vicini ed in libertà impazziscono dalla gioia.

IMGP6540Iniziamo il solito giro ed incontriamo man mano tanti animali tra lo stupore e la meraviglia dei bimbi che si cimentano anche nel dar da mangiare a papere, oche ed altri uccelli vari.

Entriamo poi nella Tropical house, per la gioia di Gabriele che non smetteva di chiedere “Quando vediamo i serpenti? Quando vediamo i serpenti?”. Qui dentro bisogna togliersi qualche strato di vestiti, fa molto caldo e c’è parecchia umidità, si appanna anche la lente della macchina fotografica.

Arriviamo nell’area picnic, lasciamo che i bimbi si divertano un po’ nel parco giochi mentre noi apparecchiamo (ebbene sì, questa volta ci siamo ricordati anche la tovaglia!) per il nostro pranzo.

IMGP6579Ci godiamo il sole che è uscito ed un po’ di relax prima di rimetterci in cammino per visitare l’altra metà del parco (e dopo essere stati “battezzati” da alcuni corvacci!). Questa volta non ci facciamo mancare nemmeno il gelato!!

IMGP6600Continuiamo il giro ammirando ancora diversi animali, molti dei quali in libertà. Poi foto di gruppo ai nostri cuccioli arrampicati su un tronco d’albero dal quale, poi, a turno saltano giù.

Una sosta ad un altro parco giochi, un saluto alle giraffe e poi di nuovo a casa.

C’è ancora un po’ di tempo per giocare in strada per poi rientrare per la cena, stretti, stretti, vicini, vicini ed anche……stanchi, stanchi con il ricordo di una bella giornata trascorsa tutti insieme.

Lunedì 28

Oggi abbiamo programmato di rimanere divisi ed indipendenti. I miei bimbi ricominciano la scuola dopo il lungo intervallo pasquale e ho deciso di eliminare finalmente il passeggino visto che durante queste vacanze non lo abbiamo mai usato, così il piccolo C stamattina cammina insieme a noi per arrivare a scuola.

Nel pomeriggio abbiamo poi una visita medica di controllo da fare ed in serata due appuntamenti contemporanei, la seconda lezione di violino di M ed anche la riunione a scuola per il “cycle club” che i bambini delle first class faranno per sei settimane.

Nel frattempo i nostri amici oggi visiteranno la penisola di Dingle ripercorrendo parte del loro viaggio di nozze di otto anni fa e faranno vedere ai loro bimbi quei luoghi a loro tanto cari.

Martedì 29

Per noi continua la routine scuola-casa-scuola-casa mentre i nostri amici oggi vanno a visitare Kinsale, un bel paesino non troppo lontano da qui.

Ci rivediamo però alle 16,30 per trascorrere insieme il pomeriggio (solo mamme e bambini però perché un papà è in ufficio e l’altro vuole riposarsi un po’ dopo tutta la guida di questi giorni e quella che lo aspetta domani per il rientro a Dublino).

La giornata è bella per fortuna così decidiamo di fare una passeggiata.

La prima fermata è in biblioteca dove i bimbi grandi si divertono a curiosare tra gli scaffali e a leggere alcune pubblicazioni mentre i piccoli fanno un’allegra confusione e dobbiamo continuamente riprenderli per non disturbare i ragazzi del college che stanno studiando.

IMGP6653Dopo un po’ riprendiamo nuovamente la nostra passeggiata ed arriviamo al parco giochi dove lasciamo i bimbi liberi di sfogarsi e di provare tutti i giochi e noi, forse, riusciamo a sederci per cinque minuti su una panchina e rilassarci. Effettivamente non ci dispiacerebbe poterci rilassare e chiudere gli occhi al tepore dei raggi del sole che ci solleticano il viso ma…..sarà per un’altra volta.

Dopo un bel po’ di attività i bimbi iniziano a reclamare il cibo e la stanchezza si inizia a far sentire soprattutto per C che in questi giorni sta camminando tanto.

Rientriamo a casa e facciamo mangiare subito i bambini mentre noi ci mettiamo a tavola quando torna F dall’ufficio. Per dare un tocco di colore alla nostra tavola ho preparato un vaso di tulipani rossi che abbiamo abbellito con i fiori dell’aglio selvatico che i bimbi hanno raccolto rientrando a casa dalla nostra passeggiata.

IMGP6689È la nostra ultima cena insieme, c’è un po’ di malinconia nell’aria ma anche tanta felicità per aver trascorso queste giornate il più possibile insieme. È stato un bel regalo per tutti, per Irene e Marcello che hanno ripercorso le tracce della loro luna di miele, per i loro bimbi che hanno fatto un’esperienza tutta nuova tra aereo, luoghi nuovi da scoprire, oceano etc. e per noi che abbiamo trascorso alcune giornate in allegria condividendo, per usare le parole di Irene, la nostra quotidianeità.

Prima di andare via ci fanno un’altro regalo, due bellissimi libri, uno dei quali scritto proprio da Marcello (e con Irene in copertina!) e l’altro ambientato in Irlanda, con tanto di dedica, di quelle che ti fanno scendere le lacrime sul viso.

IMGP6694Hanno subito preso posto sul mio comodino a fare compagnia all’altro libro che sto leggendo in questo periodo, comprato in un momento di disperazione, uno di quei momenti in cui non sai che “pesci prendere” e ti sembra che qualsiasi cosa tu stia facendo come mamma non sia quella giusta.

IMGP6702Grazie ragazzi per essere venuti a trovarci, è stato bellissimo e…..buon rientro per domani.

Annunci