Il venerdì successivo al nostro rientro in Irlanda sono arrivati anche mio cugino Michelangelo e l’altra figlia più piccola Michela.

Il fine settimana lo abbiamo trascorso tutti insieme optando per delle mete non troppo lontane in modo da azzardare degli spostamenti pur essendo in otto nella macchina (per fortuna non ci ha fermato nessuno!).

Il sabato siamo andati ad accompagnare i bambini agli allenamenti di hurling.

IMG_9233Una volta finiti, abbiamo deciso di andare al Fota Wildlife Park. Sia Martina che Michela amano moltissimo gli animali per cui è stata per loro una bella gita, tra l’altro Michela adora le scimmie quindi……quale migliore destinazione per trascorrere un’intera giornata.

IMGP7910Ovviamente abbiamo visto un bel po’ di animali, abbiamo visto anche le tigri arrivate da poco qui, il trenino nuovo, poi la Tropical house, abbiamo fatto il picnic e questa volta ci siamo ricordati anche la tovaglia!

C’è stata poi una fermata al parco giochi che è stato tutto dipinto di nuovo ed abbiamo assistito anche al pranzo di alcuni animali.

Abbiamo visto uno struzzo che si credeva giraffa e che voleva rientrare in casa con loro e, come al solito, abbiamo fatto tantissime foto alle giraffe.

Sarà forse perché sono tutte fanatiche come questa qui?

IMG_9301Insomma un’intensa giornata trascorsa all’aria aperta che è piaciuta a tutti.

La domenica mattina ho portato Michelangelo a vedere il Community Garden, per un po’ di ispirazione per l’allestimento del suo orto-giardino.

Poi siamo usciti con l’intenzione di andare a fare una passeggiata in montagna, una piccola escursione nelle Galtee Mountains.

IMGP8040

L’intenzione era buona ma il tempo non ci ha permesso di fare ciò che avremmo voluto.

Dopo pochi passi è iniziato a piovere e mio cugino si è scoraggiato, la pioggia insistente lo mette di malumore per cui è voluto tornare in macchina. Noi, temerari, abbiamo proseguito un po’ visto che erano previste delle schiarite ma visto che la pioggia andava e veniva, dopo un po’ abbiamo deciso anche noi di tornare in macchina.

Abbiamo mangiato così il nostro picnic semi accampati dentro e fuori la macchina approfittando di un momento senza pioggia e poi siamo rientrati a casa per un po’ di sano relax.

La prima settimana trascorsa insieme è stata piuttosto intensa con un incastro di varie attività durante la giornata. I miei due bimbi più grandi infatti dall’11 al 15 agosto hanno partecipato ad una settimana di nuoto intensivo in una piscina a Cork la mattina. Visto che Pops aveva il turno delle 7 di mattina, a me è toccato il compito di fare da autista, portare Pops in ufficio, tornare a casa, svegliare i bimbi grandi cercando di lasciare dormire il resto della truppa, andare in piscina, rientrare a casa, caricare tutti in macchina ed andare in giro a fare i turisti fino al primo pomeriggio quando bisognava tornare a riprendere Pops dall’ufficio.

A dirla così sembra stancante (bhè un po’ lo è stato) però ci siamo proprio divertiti!

I viaggi in macchina poi sono stati rallegrati dalla colonna sonora messa da Martina con la musica che a lei piace e, dopo un po’, abbiamo anche imparato le varie canzoni ed abbiamo iniziato a canticchiarle anche noi. Tra l’altro è stato divertente andare in giro in questa formazione, Miche ed io sembravamo la mamma ed il papà di un bel gruppo di cinque figli variamente assortiti.

Così siamo andati a visitare Cobh, un bel paesino sul mare, l’ultimo porto dal quale il Titanic è salpato prima della collisione con l’iceberg.

IMGP8053Il paesino è piuttosto caratteristico ed è tenuto molto bene, con tantissimi fiori e bei panorami.

Ovviamente ci sono ovunque riferimenti al Titanic.

Ma si trova anche altro.

Siamo andati anche a visitare la St. Colman’s Cathedral che domina dall’alto tutto il paese.

IMGP8065

Devo dire che Michelangelo qui si è sentito particolarmente bene; ha trovato un posto dove poter esercitare ed anche il parcheggio privato!

Poi è stata la volta di Kinsale, un altro paesino sul mare molto bello e meta di tanti turisti. Appena arrivati ci siamo fermati subito al parco giochi dove i bambini (non solo i miei direi!) si sono divertiti un bel po’.

Vicino al parco giochi e vicino al “Poet’s Corner”, il cafè-libreria dove eravamo stati quando erano venuti a trovarci Alberto e Daniela, ho notato un altro negozio interessante, il “Book Shop”, di fatto un negozio di libri di seconda mano, che ci ha subito attratti e dove ci siamo immediatamente infilati per dare un’occhiata (Alberto, la prossima volta che vieni ti ci porto!).

Il negozio è molto ben allestito e siamo riusciti a scovarne ogni singolo angolo visto che ci siamo rifugiati lì dentro per un bel po’ per aspettare che un’improvvisa pioggia a catinelle (non per altro qui le chiamano “showers”!) finisse.

Quando finalmente è finita la pioggia ci siamo messi a girare per il centro di Kinsale e ad ammirare tutti i vari negozi che ci sono.

IMG_9479

Poi quando abbiamo sentito un certo languorino ci siamo fermati per pranzo al “The milk market cafè”.

IMGP8115Una volta riempite le pance siamo tornati a gironzolare per le strade di Kinsale e siamo  arrivati al porticciolo da dove si gode una vista molto bella della baia.

Prima di rientrare a casa ci siamo fermati vicino al Charles Fort, su una collina subito fuori Kinsale, da dove volevamo godere il panorama di tutta la baia. Abbiamo visto dei bei nuvoloni avvicinarsi velocemente quindi siamo usciti solo io e Michelangelo per fare giusto un paio di foto ma, in un modo assolutamente irreale, come se ci fossero degli effetti speciali, in un attimo è arrivato uno tsunami di pioggia violentissima e a vento che ci ha letteralmente inzuppati. Abbiamo fatto appena in tempo a scattare una foto prima di correre di nuovo in macchina…….ormai tutti bagnati!

IMG_9508

si vede la pioggia?

Tornati a casa poi abbiamo addolcito la serata con un po’ di biscotti home made.

IMGP8143Il giorno del mio compleanno invece ce la siamo presa comoda e la mattina siamo rimasti a casa mentre nel pomeriggio siamo andati a fare una passeggiata a Cork.

Poi siamo andati a mangiare in un bel ristorante del centro dove alla fine, a sorpresa, mi è arrivata anche la torta!

I miei amori di casa e mio cugino e le sue bimbe mi hanno fatto dei regali bellissimi, dei libri davvero molto belli e stimolanti che non vedo l’ora di leggere.

IMGP9430Il giorno dopo ho portato tutti al Farmer’s Market di Mahon Point, vicino all’ufficio di Pops, dove abbiamo ammirato tutti i vari stands, abbiamo annusato i vari profumi derivanti dagli stand gastronomici ed abbiamo anche gustato un ottimo pranzo, i bambini pizza e crepes mentre Miche ed io ci siamo fatti attirare dal banco delle spezie dove c’erano da gustare vari tipi di curry e così abbiamo optato per scegliere qualcosa da loro. Yummie! Avremmo dovuto mangiare anche con Pops il quale ci aveva raggiunti dal suo ufficio ma, dato che all’ora di pranzo c’è una folla notevole, lui è dovuto rientrare prima.

Una volta di nuovo a casa con il cuginone abbiamo deciso di panificare e di preparare una bella quantità di pizze multigusto per cercare di accontentare tutte le bocche ed abbiamo continuato i festeggiamenti con la torta che avevo preparato per il mio compleanno. Come ha detto lui, ci abbiamo messo 44 anni per riuscire a festeggiare insieme il mio compleanno. Bhè meglio tardi che mai.

A ferragosto ci siamo invece allontanati un po’ di più e siamo andati a visitare la Rock of Cashel a circa un’ora di macchina da casa. La Rock of Cashel è una fortezza molto ben conservata, forse la migliore in Irlanda (ci sono infatti continui lavori di restauro per garantirne la solidità strutturale) ed è davvero molto bella e suggestiva. Dalla sua posizione inoltre si può godere di un bel panorama sulla campagna irlandese. I bambini, appena arrivati, ovviamente non hanno resistito a rotolarsi sui prati in declivio che hanno comportato ovviamente anche una notevole quantità di risate.

Abbiamo fatto un bel giro sia all’esterno, dove ci sono tante croci celtiche, che all’interno.

Da lì poi abbiamo fatto una passeggiata per scendere giù ed andare a visitare anche la Hore Abbey, l’ultima abbazia cistercense fondata in Irlanda.

Dopo essere risaliti verso la rocca ci siamo fermati a Cashel per mangiare il nostro picnic e poi siamo tornati di corsa a Cork per andare a riprendere Pops in ufficio (povero, non arriviamo mai puntuali, gli stiamo facendo fare gli straordinari in questi giorni!).

Il sabato successivo (povero Pops ha lavorato anche di sabato) siamo andati a Midleton, a vedere il Farmer’s Market che si svolge lì ogni settimana. Questo mercato è molto suggestivo perché si svolge proprio in una piazzetta del paese anche se però è più piccolo di quello che c’è a Mahon Point. A Miche è piaciuto di più il mercato che avevamo visto giovedì ma comunque siamo riusciti a goderci anche questo. Anche qui abbiamo pranzato, questa volta pizza per tutti e dolcetti.

Abbiamo poi fatto una passeggiata per Midleton ed abbiamo anche portato i bambini un po’ in biblioteca per un po’ di sano relax tra i libri che, per fortuna, sono sempre molto graditi.

Quando siamo rientrati a casa abbiamo trovato anche Finbar, il fratello di Pops, con i figli Tiber e Sapphire. Abbiamo organizzato un vero e proprio accampamento in casa per trascorrere la notte (eravamo in 11!), per la meraviglia di tutti i nostri vicini, e ci siamo preparati mentalmente per la vacanza tutti insieme a Boghill.

Durante questa prima settimana abbiamo trascorso dei bei momenti tutti insieme, sia a casa che fuori. Ci sono stati momenti di musica e di relax aiutati anche dal sorseggiare qualche buona birra artigianale, mentre all’ingresso si stava creando una bella montagna di scarpe

Ci sono stati risvegli piuttosto rumorosi con i bambini che hanno fatto incursioni nella stanza delle cugine. Poi dei momenti più tranquilli di lettura, sia a casa che in biblioteca (mentre Martina ed io facevamo un po’ di shopping perché…..ogni promessa è un debito!).

Ci sono stati momenti di meraviglia: “Ma quanti cereali diversi ci sono qui!!” e momenti di iniziazione, come un bel frappuccino (ma senza caffè!) per i bambini da Starbucks (per la modica cifra di 5 euro l’uno!) mentre la montagna di scarpe all’ingresso continuava a crescere.

Poi ci sono stati momenti di soddisfazione (e di condivisione della soddisfazione direi) nel vedere tutti i pomodori del mio giardino crescere e maturare.

Infine c’è stata una meravigliosa passeggiata seral-notturna sotto la luce di una luna bellissima che sembrava disegnata nel cielo (ed anche la foto, di fatto, sembra più un quadro impressionista che una fotografia).

IMG_9439Insomma una valanga di ricordi bellissimi.

Annunci